Archivi categoria: Steek’s Fictions

Hai presente quel film in cui la gente si mette inutilmente a scopare, dopo aver ammazzato 335 persone?

LUI, un ragazzo della periferia di una qualunque città americana, che potrebbe anche essere Salt Lake City o Detroit, ma perchè farlo in una città del genere quando si può ambientarlo a New York o Los Angeles che tanto non vengono MAI sfruttate nei film?
E già partiamo con una novità, innovazioni che PA PA PA..

Insomma, LUI è uno spiantato che si arrabatta, che vive alla giornata, ma che dico alle 12h.
Non ha un soldo, non ha un lavoro, e di quando in quando fa anche furtarelli, MA ha una macchina e vive da solo.
Certo, cose di un fatiscente totale, però è indipendente. (god bless america)

LUI ha l’occasione della sua vita: viene avvicinato da un tizio losco, della banda dei “sarcazzo-col-nome-italiota-o-proto-slavo-che-tanto-qui-gli-stereotipi-si-sprecano”, che lo prende immotivatamente in simpatia mentre tentava di fregargli la macchina, esattamente come lui faceva da ragazzino e gli si stringe il cuore.
Perchè lo sappiamo, i criminali, nei film, sono di due tipi:
O cattivi, senza scrupoli e senza sentimenti,
O buoni, senza scrupoli e con tutti i sentimenti di questo mondo che manco ad essere in “Tutti insieme appassionatamente”, però (again) senza scrupoli.
Insomma, sto tizio prende LUI, lo ripulisce, gli da uno stile e lo introduce nella banda.

Inizia la sua sfolgorante carriera di criminale, velocemente viene notato dal CAPO che lo prende sotto la sua ala protettiva, questo nel giro di pochi mesi, quando dentro c’è quel tipico personaggio rachitico e sfigatello, che da 20 anni cerca di farne una buona ma senza essere considerato di pezza e ce la farà solo quando verrà beccato dal capo perchè ha fregato una scatoletta di tonno, e si sa “bisogna dare il buon esempio” e farà a fare alla gavetta il lavoro sporco.

LUI, con la giacca di pelle, la catena d’oro al collo ed i capelli impiastricciati di qualcosa che manco “tutti pazzi per mary” e rigorosamente pettinati all’indietro.
LUI, che ora può camminare a testa alta per il quartiere e a cui tutte le donne fanno il filo perchè è entrato nella banda, e se le fa di gran gusto
Ma LUI non è uno che si accontenta, o meglio, non più.
No, lui nota la PUPA DEL BOSS, quella inarrivabile, quella che non può avere, e (ma che strano) LEI nota lui, ma fa finta di niente.
IL BOSS sente già le corna, ma la scena dopo se ne sono già tutti dimenticati.

Perchè il GRANDE COLPO sta per compiersi.
20 anni di crimine del menga, e l’occasione giusta si presenta solo quando LUI entra nella banda. MA GUARDA TE IL CASO.
Viene tutto organizzato, programmato, LUI sarà accanto al BOSS, durante tutta l’azione.
E’ il momento più importante di tutto il film, io al posto suo me la starei facendo addosso, facendo testamento anche non avendo niente e ritroverei la fede che non ho mai avuto facendomi tutti i sacramenti in cinque minuti, ma LUI no..
LUI è un duro..
LUI mezz’ora prima del colpo ha il tempo di andare dalla tipa del BOSS e farsela in tutte le salse, come lei ha mai vissuto prima d’ora, ovviamente una mezz’ora da tre ore.

(E fin qui, LA NOIA PIU’ TOTALE, ma persino a raccontarlo è noioso, figuratevi a vederlo, ma qualcosa ti tiene incollato alla sedia)

IMMEDIATAMENTE dopo il coito arriva la chiamata: Tutto è pronto, si va.

LUI si veste e la guarda come fosse la donna della sua vita, ovviamente, e lei ricambia dicendogli quel “stai attento” e lui rispondendo “non ti preoccupare, piccola” che se lo facessi veramente con la tua donna le avresti provocato una prosciugamento tale che già l’avrebbero già contattata quelli della Parigi-Dakar come location desertica per la prossima edizione.

LUI va, dal BOSS, che abbraccia come un padre, e si buttano nella mischia.
PIM PUM PAM BANG SBAM BOOM non si capisce un ciufolo di quello quello che succede e chi spara a chi ma tutti sparano, ovunque, verso chiunque, ovviamente muoiono tutti quelli della banda che manco sapevi che fossero nella banda, perchè nel locale hai visto solo 10 persone che ti è stata presentata come “ecco la banda al completo” ma ora si sono decuplicati, ma chissenefrega, muoiono tutti, sbirri, criminali, e viene colpito quello che ti aveva reclutato, che nel mentre era diventato il tuo migliore amico, un fratello, ma si erano dimenticati di raccontartelo durante il film, anzi, tu spettatore ti eri persino dimenticato di chi l’avesse reclutato, ma chissenefrega, perchè è il PATHOS che conta.
Viene colpito, è in fin di vita, ha proprio l’ultimo alito di vita, e fa un fottuto monologo di mezz’ora, mentre tutti sparano, che manco fosse la terza guerra mondiale, nella quale si sono infilati anche quelli di altri film che sti cazzi l’importante è sparare, e pare che sopra di loro ci sia una bolla inespugnabile perchè nessuno li colpisce e rimangano illesi, perchè ti deve dire che SA.
SA CHE TI INFORCHI LA DONNA DEL BOSS.
E LO SA ANCHE IL BOSS.
Che tu mo vedi se per una bombata devi starti a preoccupare, che però, è il grande amore della tua vita, e come non può esserlo visto che è la donna del BOSS.
E LUI capisce.. capisce che tutto quel colpo è solo per farlo fuori, LUI che 6 mesi prima non era nessuno, che avrebbero potuto farlo fuori in 1000 maniere silenziose come hanno fatto con tutti gli altri.
MA NO, non sarebbe stato d’effetto, e allora BOOM SBAM BRANG, meglio così.
E arriva la RESA DEI CONTI.

E qui Sergio Leone vorrebbe rivoltarsi nella tomba perchè gli rubano tutte le sue inquadrature, ma no, il regista ha già detto che UN OMAGGIO, che è la frase più del cazzo quando non hai idee e freghi quelle degli altri.

LA RESA DEI CONTI.. LUI guarda il BOSS.
Il BOSS guarda LUI.
Provettili che svolazzano ovunque, tranne su di loro, corpi a terra morti, e sangue ovunque, sangue anche su di loro che ti verrebbe naturale doverti preoccupare se magari qualcuno fosse infetto e tu hai il suo sangue persino in bocca, ma NO.
E’ il momento finale.. e tanto uno dei due deve morire.

LEI compare sulla soglia del luogo di sto bordello, loro la vedono, poi si riguardano ed iniziano a spararsi.
10, 100, infiniti colpi che ti chiedi “ma quanto cazzo è grande il caricatore di quelle pistole?”, ma.. COLPO DI SCENA..
LEI spara al BOSS.. dritto al cuore.. AD OCCHI CHIUSI MA LO PRENDE AL CUORE che tu dici “ma che cazzo, manco se ci provassi 123941341 volte ci riuscire” e il BOSS inizia a barcollare.. barcolla.. ma non m..cade.
Due ore e un quarto di barcollo mentre intanto sarebbero dovuto arrivare l’esercito a fermare il tutto ma niente, nessuno ha sentito niente.
Il BOSS guarda LEI con gli occhi pieni di “perchè” e dalla bocca gli esce solo un “ti avevo dato tutto, stupida puttana” (tipica frase da punto di morte, no?) e crolla.

LEI corre incontro a LUI, non c’è più nessuno vivo, ma lo abbraccia, e lo bacia, ovunque, praticamente il sangue di non si sa chi le finisce in bocca ma mica si preoccupano, no.. iniziano ad avere questa ardente passione in mezzo ai cadaveri.

Fine.

Che ovviamente se una cosa del genere l’avesse scritta Tarantino sarebbe una figata totale nonostante il più assoluto non sense, ma l’ha fatto il regista giovane, promessa del domani, con cast della madonna, e quando finisci di vederlo cerchi di trovare una scusa per giustificare il tempo che hai perso, ma l’unica cosa che ti viene da dire è “Beh, dai, il BEST BOY GRIP ha fatto un lavoro davvero eccellente”

Annunci

Hai presente quel film in cui la gente si mette inutilmente a ballare?

LEI, la ragazza di buona famiglia con la passione del ballo ma inespressa perché la famiglia la vuole dottoressa.
LUI un ballerino tutto muscoli e con un cervello di gallina ma ha una vita da pezzente sfigato con le peggio tragedie della vita, dal padre scappato alla madre morta, passando per il fratello tossico, tutte riunite in un solo individuo tanto che gli amici lo soprannominano “parafulmine di sfiga”.

S’incontrano.. è un colpo di fulmine, e infatti lei cade e si storta una caviglia.
Lui l’aiuta a rialzarsi e giorno dopo giorno le insegna che deve tenere duro nella vita e che il ballo può risolvere ogni male del mondo.
Lei gli dice che è solo una storta, ma lui ormai è in berserk e la spinge e riprovare a rimettersi in piedi… anche se ormai sono passate 3 settimane e lei ha pure vinto la maratona di New York.. CHE NON PUO’ MOLLARE COSI’ LA DANZA..

LEI ha capito di essere tra le mani di un pazzo, ma se ne innamora, irragionevolmente, perchè è così, intelligente ma con quella idiozia che solo una sceneggiatura di merda potrebbe mai mettere in un film altrettanto di merda.

Lei sente la passione della danza che le sale, sarebbe ormone, ma il divieto dei cineasti di buttarla sul sesso per attirare al cinema anche la fascia d’età 6-10 anni, fa in modo che si sfoghino solo con piroette e volteggi, creando così nuove generazioni di persone che si inscriveranno alle varie scuole così che i giornali possano intitolare “BOOM DI BALLERINI” per poi mollare uno o due anni dopo in preda al fervore di qualche altra boiata di moda.

La famiglia di lei è contraria, la osteggia, la blocca, ma lei scappa e scappa da lui, rifiutando anche le avances di quel bonazzo dalla faccia idiota e pettinato come un ken degli anni 80, e col conto in banca a 9 zeri.
MA lei non è superficiale, vivrà di danza, col pazzo sfigato.
Sotto un ponte, ma ballando.

Fin quando non incontreranno un gruppo di quattro ragazzi vestiti di bianco, in bratelle, con cappelli neri e maschere che brandendo bastoni fischiesttano “I’M SINGING IN THE RAIN”…

Ma questa è un’altra storia..


Ho sicuramente le mie cose e faccio sogni con trame da FoxLife

L’ho appena raccontato sul Twitter che devo avere le mie cose e ho dato uno spoiler succulento di quello che è stato il sogno dell’altra notte.
Non che ve ne possa fregare una ceppa de quello che sogno, o di che mangio per sognare ste cose, o peggio, di quello che potrebbe essermi accaduto.
Quindi, tralasciando l’immenso STI CAZZI che aleggia in questo post, e sperando che FoxLife mi perdoni per averla tirata in mezzo,  ma veramente qui si sfiora una trama alla Shonda Rhimes, torniamo all’onirismo indotto dalle mia ovaie fantasma:

Deluso ennesimamente da una donna conosco la figlia dell’Amministratore (qui ancora c’è da capire se sia Amministratore Delegato o di Condominio.. ma a memoria direi più il secondo); non è una bellissima ragazza, ma nemmeno una su cui tatueresti sulla fronte “Ideal Standard”.
No, è una ragazza di media bellezza, in cui si riesce ad intravvedere del buono, e con sempre il sorriso stampato in faccia; ma uno di quei sorrisi che, in fondo allo sguardo, nasconde la mestizia e l’amarezza di una vita da rifiutata.
Non è dato sapere cosa succeda dopo l’incontro (magari poi, con gli sceneggiatori di SKY, quando mi compreranno il format, allungheremo il brodo) ma c’è un cambio scena in cui ci si ritrova ad un matrimonio.
In una sala coperta ma col giardino. (ricordiamoci che è un sogno, quindi i cambi location son più folli di una telenovela brasiliana. Anche per la stessa scena)
Lei sorride felice, nel suo abito bianco, come per chi ce l’avesse finalmente fatta.
Io sorrido felice, nel mio abito bianco (?!?), come per chi l’av.. WAIT.. com’è che sono anche io in bianco? Ok, uno smoking, ma sempre bianco! Ah già.. l’ha chiesto “papà” che ci ha regalato la casa.
(e già sto sogno, inizia a diventare troppo realistico per i miei gusti)
I sorrisi sembrano sinceri, puri, veramente felici di chi finalmente ha raggiungo il coronamento di un sogno tanto desiderato.
Poi inizia ad insinuarsi un pensiero: “CHE DIAVOLO STO FACENDO?”
Fondamentalmente l’ho conosciuta due giorni fa, come ho fatto già a decidere di sposarla?
E poi, ok, non è brutta, caruccietta, a suo modo, ma come ho fatto a decidermi di sposarla?
E infine, COME DIAVOLO E’ POSSIBILE AVER ORGANIZZATO QUEL MATRIMONIO COSì SFARZOSO IN 2 GIORNI? (si, tendo ad essere pratico nei miei sogni, sopratutto quando voglio iniziare a scapparne)
Seriamente, 2 giorni e già tutto questo? No è possibile, non è da me! Quando ho deciso di arrendermi?
Quando ho capito che tanto insistere ed aspettare non avrebbe avuto senso?
(E qui, se veramente fosse una cosa alla Grey’s Anatomy, sarebbe il momento di dramma che incolla allo schermo)
Cerco di trovare un amico fidato con cui parlare di questi dubbi, perchè l’avrò invitato uno di cui fidarmi, almeno uno? O sono stato risucchiato nel mondo tristemente sfarzoso di lei in cui io non sarò altro che “quello che s’è sposato la figlia dell’amministratore?” (spero sempre Delegato, ma ho sempre più il terrore che sia di Condominio, come già detto)
MA ECCO che intervengono gli ospiti musicali, che mi stupiscono e mi fanno felice (più felice del matrimonio stesso) perchè sono amici cari a cui voglio bene veramente. (e l’ospite artista ci sta sempre in cose del genere, no? VERO SHONDA?!)
Durante la bagarre di gioia, musica e danze, poso gli occhi su di lei: la conosco, l’ho già vista, è la sua damigella d’onore, nel suo abito pesca con le spalle scoperte ed un piccolo bouquet rosa in mano, ma non posso averla conosciuta, non ricordo che mi sia stata presentata.
Poi metto a fuoco: è quella con cui sono finito a letto qualche tempo fa!
Quella che prima me la tirava praticamente in faccia e poi mi accusava di volerla solo per il sesso!
PANICO, ma contenuto.
Son sempre un uomo in Smoking bianco.
La vedo, lei mi vede, inutile ignorarsi. Ci avviciniamo e parliamo nella maniera più ci-vile che si riesca a mantenere, ma l’unica cosa che ricordo di quella conversazione è “scopiamo?” e “si”.
(qui non è ben chiaro chi lo dica a chi. Se io a lei o lei a me. Ma qualcuno lo dice all’altro. SCENEGGIATORI, INIZIATE A PENSARCI SU).
Cambio Scena: Io e la damigella in fuga per questa grandissima sala ricevimenti in cerca di un posto in cui infrattarsi.
L’ormone sprizza da tutti i pori ed è più una frenesia animale, ma non si trova mai il posto giusto in cui poter star tranquilli, per quella che sarebbe una sveltina magistrale.
Finiamo in un luogo ameno, buio, triste, sembra quasi una periferia, che potrebbero anche essere i sotterranei del maniero in cui si sta svolgendo la cerimonia, ma non lo so..
Percepisco solo che la damigella (e come abbiamo detto, apparentemente psicotica) odii la sposa e che il suo essere migliore amica faccia solo parte di un piano per vendicarsi di lei per un torto che le ha fatto chissà quando.
E io sarei la vendetta?
Boh si, ci sto. Non si dice mai di no ad una schiombata del genere, ad un matrimonio poi, AL TUO matrimonio poi, AL TUO MATRIMONIO DI CUI NON SEI NEMMENO CONVINTO poi.
Bon.
Cambio scena. Di nuovo: Non lo so se ci sia stata l’epica schiombata della damigella. Parrebbe di si ma anche di no. Ma non mi fermo a capire.
La sposa non idossa più l’abito bianco ma un assurdo vestito nero con inserti bianchi, con gonna a palloncino, con una giacca stretta in vita ma dalle spalle larghe, molto anni 90, e sto cappello a falde larghe rigide, che mi fanno pensare “MA VERAMENTE STO NOTANDO QUESTI PARTICOLARI?!”.
Lei è visibilmente contrariata, e io non sto più indossando l’abito bianco, e suo padre (ok, è di condominio) si avvicina con un sorriso beffardo e mi farfuglia che non capisco, che non sto nemmeno a sentire, perchè con lo sguardo cerco la sposa e la vedo nervosa, arrabbiata, e tra me e me penso “Quindi non mi sono più sposato?!”, poi vedo la damigella con un sorriso soddisfatto di chi ha fatto ha fatto una loffa in ascensore senza poterne mai essere accusata, e di nuovo tra me e me “Quindi s’è vendicata? Quindi l’ho schiombata?!” (si, questi sono i problemi della vita).

Sto per capire tutto..

Mi sveglio..

Penso che ho fame.

Poi realizzo che non so come finisce la storia.. NOOOOOOOO.

Ci si potrebbe porre un sacco di perchè, cercare di capire tante cose intrinseche di una psiche allo sbando.
Magari qualche psicologa in sala ci sta provando, pensando di aver trovato un nuovo paziente a cui spillare soldi.
Magari devo smetterla di rincorrere ed incaponirmi su cose chiaramente irrealizzabili

L’unica cosa che ho capito io, è che forse non devo più mangiare i popcorn al burro dopo mezzanotte.

matrimonio triste


Quel tweet di un giorno da cani

(Tweet-dramma improvvisato in una unica puntata, scritto, diretto, prodotto e interpretato da Steek Hutzee.)

Una sirena si è fermata sotto casa mia.. NON MI AVRETE MAI PORCI BASTARDI.. sembra quella mattina di un giorno da cani.. BLAM BLAM RATTATTAT  – http://bit.ly/PhAOyw

John, John.. prendi quegli ostaggi e portali dietro il bancone.. legali e falli stare zitti che finchè li abbiamo non ci possono toccare .. – http://bit.ly/M9mCIm

Stai zitto cretino *SBAM*, non mi interessano i tuoi consigli, siamo già abbastanza nella merda.. RATTATATTATTA BLAM BLAM! – http://bit.ly/KJ8yHk

Pronto?! Bene, ci mancava il negoziatore.. VOGLIO UNA MACCHINA QUI FUORI E UN AEREO PRONTO A PARTIRE. Anzi, un furgone! Gli ostaggi vengono! – http://bit.ly/Ml77wr

..Capitano.. NON FACCIA IL FURBO CAZZO O AMMAZZO UN’OSTAGGIO! Crede che non ne sia capace? CREDE CHE NON NE SIA CAPACE? Non mi sfidi.. – http://bit.ly/Li8Hzq

John, prendi quella cicciona, quella che sta per piscarsi sotto.. portala davanti alla porta e va vedere che le stai per sparare.. fingi.. – http://bit.ly/MqHB4Y

CAZZO JOHN AVEVO DETTO DI FINGERE, PORCA PUTTANA! Va bene.. ok.. almeno ora penseranno che facciamo sul serio.. – http://bit.ly/NMfeUN

Capitano, ha visto? il mio amico è più pazzo di me.. e non posso tenerlo a bada se lei non fa quello che dico. Ci mandi del cibo.. – http://bit.ly/Li8UTn

.. E PREPARI QUELLA CAZZO DI MACCHINA! NO, NON VOGLIO PARLARE, ME NE VOGLIO ANDARE.. CAZZO.. LO FACCIA O NE AMMAZZIAMO UN ALTRO! – http://bit.ly/NKujYa

John, tranquillo.. tornarai a casa dai tuoi figli.. lo sai che ti vogliono bene. Sei un bravo padre. Finirà tutto preso. ZITTO OSTAGGIO! POK – http://bit.ly/L0lRfY

John, porta quello stronzo piagnone in bagno mentre io parlo ancora con quel coglione di capitano. Spero non facciano scherzi o qui.. strage – http://bit.ly/LYRWrR

Capitano.. io ho capito il suo gioco, lei vuol farmi perdere tempo mentre trova un modo per fa fare irruzione ai suoi uomini.. – http://bit.ly/M9pdlt

.. ma lo sa che non deve nemmeno provarci vero? ho collegato tutti gli ostaggi a cariche di C4.. basta un bottone e BOOM addio tutti.. – http://bit.ly/MK2EQi

.. e lei non vuole questo vero? sarebbe un’orrida macchia sul suo curriculum.. lei invece vuole risolverla questa situazione. Bravo. – http://bit.ly/LYSttQ

Hey john.. lo senti anche tu questo rumo.. *SBLAM SBLAM* *SKRASH* *TRATTATATTATTATA* .. BASTARDI NON FINIRà COSì *SBLAM SBLAM*… PFFFFFF – http://bit.ly/LvbPJM

HEY CAPITANO DI MERDA.. MI SENTI? HO I TUOI UOMINI.. NE HO AMMAZZATI 4 E GLI ALTRI SONO IN MANO NOSTRA.. Fottuto bastardo.. – http://bit.ly/L0mshP

John.. non c’è tempo per questo.. si, anche io ti voglio bene.. questo lo faccio sopratutto per te.. per i tuoi figli.. – http://bit.ly/NMg9Vf

..non dire così john.. ne usciremo! NE USCIREMO, CAPITO CAZZO?! Tu hai ancora di che vivere! Io ho solo Elain che mi aspetta all’altro mondo – http://bit.ly/NKvZAM

John, non farti vedere piangere da questi coglioni o non ci daranno più retta.. HEY, TU CHE HAI DA GUARDARE STRONZO *SBAM* – http://bit.ly/LBmv4R

CAPITANO, è INUTILE CHE TELEFONI.. NON TI RISPONDO.. PEZZO DI MERDA.. HAI TENTATO DI FOTTERMI E IO ORA FOTTERO’ TE.. – http://bit.ly/LBmwFS

John, ho in mente un piano per finire tutto questo ma tu dovrai seguirmi alla lettera.. hai capito? NON FRIGNARE CAZZO E ASCOLTA! – http://bit.ly/Khl7DC

Lasciami qui tutto il C4 e riempi la borsa con i soldi.. dovrebbero essere più di un 1.5Mln di $. Inizia ad andare avanti.. – http://bit.ly/KwXcVp

Passa per il tunnel che abbiamo scavato, poi per le fogne.. quei FOTTUTI PORCI non dovrebbero averlo scoperto.. e corri.. corri via. – http://bit.ly/LblaXI

Scappa dai tuoi figli e cerca di dargli quello che tu non hai mai avuto. Non ti preoccupare per me, io arrivo dopo.. sistemo qui. VAI CAZZO! – http://bit.ly/NKx2AZ

Bene, john è andato.. povero coglione.. ma gli voglio bene! E ORA A NOI FOTTUTI PORCI DEL CAZZO.. CAPITANO.. CAPITANO MI SENTE? – http://bit.ly/L0mWV6

*BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM*

Fade-Out.

Titoli di Coda..

THE END. – http://bit.ly/Moy7cA


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: