Archivi del mese: dicembre 2012

Blogger Kart Day – la Death Race dell’internet

20121211-195627.jpg

Mi hanno invitato ad un evento di persone che usano l’internet per lavorare.
Gente seria, loro.
Quindi cosa ci faccio io?
Ma che vi interessa!
L’importante è che ci sia, voluto da 6Sicuro che evidentemente vuole trasformare l’evento in una death race, e che possa mettere accanita competizione in mezzo a questa marmaglia di smanettoni…

Dicono che Tommaso Sorchiotti sia tra i favoriti.. MUAHAHAHAHA.
Mi ci faccio l’aperitivo!
Con contorno di Luca Rosati (altro che pensa di poter competere col sottoscritto).
Non mi sono dimenticato di Roberto Red Rossi, ma può portare il binocolo per vedermi da lontano.
Peccato non ci siano armi sui kart..sarebbe stato divertente!

Ma le chiacchiere stanno a zero.. Saranno le ruote a sgommare e chi taglierà il traguardo sarà l’unico che potrà regnare (motteggiando gli altri pesantemente e giustamente, direi)

20121211-195402.jpg

Annunci

Stai a guardare il pelo…

.. ECCERTO!

Il problema è che di pelo NON VE N’E’ PIU’ !!!

Oramai sono anni che sta moda della ceretta brasiliana ha conquistato le donne, perchè dicono piaccia agli uomini ed il problema è che purtroppo pare sia vero, ma solo perchè prima era una cosa insolita e trasgressiva, una cosa inimmaginifica come a chiedersi cosa si potesse nascondere dietro a quella ombra..
Ora invece il nulla .. tabula rasa.. completamente rasa..

Non c’è nemmeno più l’emozione di sfilare un paio di mutandine sentendo quel brivido quando inizi a vedere qualcosa di scuro spuntare.
Manca quel qualcosa che dica “FINALMENTE UNA DONNA!” (cosa che poi oggi giorno rischia anche di essere dubbia.. ma vabbè, lasciamo perdere questo capitolo)

Esistono ancora donne che non vogliano somigliare a delle pre-adolescenti?

Chiariamo che non sto invocando i cespuglioni anni 70/80 dalla cotonatura afro, dove troveresti anche una colonia di gnomi a viverci dentro, o la noncuranza totale della propria intimità che genera più panico che piacere.

Oltretutto c’è anche la questione della ricrescita, perchè mica voi fate come gli uomini glabri che vi radete tutte le mattine (du palle, ma la gillette ringrazia), quindi inizia a sorgere quella incoltitudine che  non capisco come faccia a non infastidirvi, e sopratutto “crea scintille” (e lascio immaginare voi cosa voglia intendere, che ancora non mi sono trasformato in un blog NSFW)

Lasciate un ombra della vostra maturità, un triangolino, una strisciolina, una pista d’atterraggio, una freccia, un cuore (tingetelo pure), due rette parallele che non si incontreranno mai, il simbolo di Vultus V, qualunque cosa che che regali ancora quella emozione di vedere un segno che la vostra maturità sessuale sia avvenuta!

No, non valgono i peli delle ascelle, anche se so di qualcuno perverso che apprezza la cosa, ma si sa che la gente non sta bene (tipo i feticisti dei piedi, gente dalla psiche a me oscura).

Chiamatela una ODE AL PELO,chiamatela come volete, basta che vi convinciate che la “soluzione depilatoria totale” non sia un regalo a noi uomini, se non quell’una tantum che rientra nel cambiamento ciclico di forma che vi potete dare ogni due o tre appuntamenti dall’estetista.

Volendo si potrebbe anche indire un contest per LA FORMA PIU’ INTERESSANTE..

500x426[1]


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: