La Carbonara della Fame


Con questo post voglio entrare anche io nel mondo del Food Blogging, perchè chi sono io, mangiatore professionista, a dovermi sottrarre a questa categorizzazione degli animali digitali che popolano il web?

Voglio oltretutto iniziare con uno dei miei piatti prediletti nella loro forma più.. più.. l’unica parola che mi viene per definirlo è “bestemmia”.

Alzi la mano chi, preso dalla voglia di un determinato piatto, non si mette a cercare del frigo gli ingredienti per poterlo fare.
E che si fa quando questi non ci sono?
Ci si arrende e ci si accontenta di altro?
MAI!
Sarebbe proprio da DILETTANTI della cucina, ed infatti si cercano dei sostituti.

Questo è quanto accaduto in una cucina non mia.

Ma passiamo alla Ricetta.

INGREDIENTI x 2 persone … circa.. se dovete proprio condividere:

  • UOVA – 3
  • PROSCIUTTO CRUDO – da 3 a 6 fette di quello confezionato se non ci sono dadini.
  • PEPE BIANCO – a piacere
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO – a piacere.
  • PASTA LUNGA – spaghetti over the top, ma se in casa si trovano solo bucatini, ti fai pure quelli.

REALIZZAZIONE:
Mettete a bollire l’acqua in una pentola larga e alta (perchè i bucatini, quei maledetti infami, mica si piegano subito!).
Intanto che attendete l’ebollizione prendete un contenitore e iniziate a metterci le 3 uova e sbattetele come se non ci fosse un domani ed aggiungete il pepe bianco a vostro gusto e altrettanto per il parmigiano.
Mettete qualcuno, se è a vostra disposizione, a tagliare il prosciutto a listarelle, meglio se a quadratini.. meglio ancora se almeno a 3 fette alla volta per fingere che siano spesse.
Se proprio volete fare la bestemmia delle bestemmie ed il vostro aiutante è un incapace ai fornelli lo vedrete tagliare il prosciutto con le forbici invece che col coltello.. ma vabbè.. vista la ricetta non si può certo mettersi li a recriminare su questo misero peccatuccio.
Mettete una padella sul fuoco e fate rosolare il prosciutto.
Intanto l’acqua sarà arrivata ad ebollizione, salate e buttate la pasta (che tanto dovreste stare li a farla entrare entrare nell’acqua).
Ricominciate a girare le uova ed amalgamateci il prosciutto ben rosolato e ancora friccicante del suo stesso grasso.
Quando la pasta sarà cotta al dente buttatela dentro le uova e girate girate girate girate.

Volendo siete pronti per servire formaggiando e pepando ancora , se volete.

PERO’ .. se i commensali al vostro (?) desco avessero timore dell’uovo crudo potete fare quella che io chiamo La Bestemmia al Cubo.
Ovvero: riscaldate la pentola in cui avete rosolato il prosciutto, che dovrebbe ancora essere bella unta del grasso di questo. Spegnete il gas e buttate la pasta con l’uovo ancora liquidastro dentro la pentola calda e girate senza mai fermarvi.
Non vi preoccupate, non verrà effetto frittata tranne quei pochi punti in cui l’uovo è più liquido e un po’ si cuoce.

CONSIDERAZIONI FINALI:

Se siete sopravvissuti alla lettura di questa “bestemmia” e avete provato a realizzarla, noterete che non avrà certo il sapore di una carbonara di classica, ma non è nemmeno una cosa così orripilante come si potrebbe credere.
Reputo che questa sensazione di NON-RIGETTO sia data da pura FAME e da qui il nome.

Ovviamente so che i puristi staranno bestemmiando e mi arriveranno insulti e magari anche qualche minaccia di morte culinaria, ma non mi fermerò certo qui con le RICETTE DELLA FAME.

Attendo impaziente vostri commenti (o le vostre variazioni) e BUON APPETITO! 

PS: Non ho avuto il coraggio di fotografare il piatto e ammetto che sia stata una grave mancanza. Per i prossimi post rimedierò.


7 responses to “La Carbonara della Fame

  • germano

    Bella la simil carbonara ma migliore la situazione goliardica che rende divertente la lettura culinaria aspetto altri post ancora più divertenti bravooo

  • Raccordi (@raccordi)

    Estremizzo la bestemmia: anch’io, nella situazione di mancanza di ingredienti per una carbonara (e devo ammettere che una volta, con la pancetta troppo cruda e troppo grassa, sono rimasto insoddisfatto ed è dura superare certi momenti) mi sono dovuto accontentare di quello che avevo in casa ed al posto della pancetta ho utilizzato dei filetti di acciughe sciacquati e saltati un secondo prima di amalgamare con l’uovo. La consiglio anche da fare appositamente.

  • Biny_Black

    Ed evitare semplicemente di utilizzare carbonara nel nome? Per i puristi sarebbe una soddisfazione, e si eviterebbe di denigrare una buona ricetta solo perché catalogata come infima copia di un originale famoso. Ci sono ricette davvero della fame [chimica] ben peggiori di questa😉

    • steekhutzee

      Ma la fame chimica è una cosa che non compete la “voglia di mangiare”, ma solo “il bisogno di compensare”.
      E cmq non si poteva cambiare nome, come altro l’avresti chiamata? “Uova crude sbattute e condite con dentro del prosciutto saltato che servono a condire la pasta”? Non rende come nome.
      Ma vuoi mettere i puristi come s’incazzano leggendo questa cosa?😀 Che si mettono il capello bianco e dicono “po po po.. io so cucinalre.. la la la” e poi non sanno svuotare un frigo come si deve? Muahahaha

      • Biny_Black

        😀 sappi che io ne ho fatto un’arte quella di elevare a prelibatezze da novelle cuisine le ricette svuotafrigo. Che cavolo, vuoi mettere la bravura? Troppo facile comprare tutto ad hoc e seguire le ricette passo passo, l’arte in che consisterebbe altrimenti?😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: