La vera “Passione” per la Letteratura

Premessa 1.
C’è di mezzo un vibratore
Fine premessa1.

Premessa 2.
Questa è una delle cose più eccezionali, intelligenti, sensuali, culturali ed erotiche che abbia visto da tanto tempo.
Fine Premessa 2.

Il progetto Hysterical Literature nasce nel 2012 ad opera del fotografo ed artista newyorkese Clayton Cubitt, con l’intento di (e lo cito che è meglio) “esplorare la femminilità, nel dualismo mente/corpo, la distraction portraiture* e nel rapporto tra cultura e sessualità (ed è anche divertente da guardare)

*Non sapendo come tradurre “distraction portraiture” ho fatto una ricerca, e pare che sia proprio un modo di fotografare persone che sono o fingono di essere distratte, rispetto all’obiettivo della macchina fotografica.
Cosa che scopro adesso, e che ho praticato per anni. (minghia quanto sono artistico senza saperlo)

Il modo in cui Cubitt fa quanto espresso sopra, consiste nel far leggere a delle modelle dei passi di libri di scrittori americani, mentre sono “distratte” da un vibratore che aumenta di intensità man mano durante la lettura.
Ovviamente loro devono cercare di mantenere la più pacata compostezza, fino al momento in cui..

Non c’è nulla di volgare in tutto questo.
Anzi, non ho mai visto così tanta delicatezza ed eleganza.
Si vede la cosa più bella di una donna, nel suo momento più puro.
Mentale e fisico.

Ci sono più sessioni, più video di modelle, il primo resta il più dolce.

Il terzo è il più innocente


Steek e l’analisi dell’oroscopo del mannaggiaaccristo

Quest’anno, già battezzato come “Nuovo anno, Solita merda”, mi ero riproposto di non leggere e/o sapere le profezione che mi riguardassero basandomi sull’oroscopo.
Ad oggi son riuscito ad evitare quello di Pablito Fox, cosa che (pare strano a vedere gli altri) ma non è affatto difficile.
Ripeto: c’è vita senza Paolo Fox.
Ma che fare quando trovi CASUALMENTE sul tavolo, un noto insierto, aperto sulla pagina dell’oroscopo dell’anno, e sempre CASUALMENTE sul tuo segno?
Niente, che devi fare, lasci libero il tuo IO che si farebbe leggere le carte dalla truffatrice di Brera ma che ha comunque la dignità di non farlo e dopo esserti guardato intorno, controllando che non vi sia nessuno, ti leggi l’oroscopo.
Suppongo che proverei meno vergogna nel farmi una pera.

Comunque.
Analizziamolo insieme:

L’atmosfera è serena sia negli affetti che nel lavoro. E già qui, partiamo con il toccarci le balle.
Avete tutte le carte in regola per poter realizzare un progetto impegnativo, come un matrimonio, un divorzio, un lavoro più assorbente e meglio remunerato. Ma quando parla di “carte in regola” intende dall’avvocato?
L’estate, in particolare il periodo agosto-settembre, sarà ricco di momenti divertenti e piacevoli, da non sottovalutare ma neanche da esaltare troppo: un bel viaggio, un soggiorno di lusso, una compagnia divertente vanno vissuti come un grazioso dono del destino senza investirvi troppa energia. In pratica sta dicendo che in estate ci saranno degli allegri intercorsi sessuali con qualcuna che ci piacerà pure ma che alla fine ci si dovrà dire addio (pigliandosela anche inder büs, altrimenti non avrebbe avvertito di non investirvi energie). Praticamente la trama di Rimini Rimini. Uguale.
È un anno di transizione verso futuri e più ambiziosi progetti. Ovvero: c’è ancora un sacco di stallatico da mangiare prima che qualcosa cambi. e quando dice “futuri” mica intende che sarà il 2015, quindi solo 12 mesi. Futuri, anche tra 20/30 anni. Questo è solo un anno di transizione, ai quali se ne aggiungeranno altri.
Nell’amore si annunciano belle novità che però sembreranno scomparire all’improvviso. Vabbè, ma allora sei stronzo forte! Già l’hai detto che in estate arriverà l’inculata sentimentale, proprio a girare il coltello nella piaga!
Il destino vi suggerisce un ripensamento: accettate un rinvio che, se saprete pazientare, andrà a vostro vantaggio. Si ma in che campo? Lavoro? Devo pensare all’ufficio di collocamento? Sentimentale? Si va avanti a cambiali qui. Giuridico? Un rinvio a giudizio? Chiamo la Cancellieri. E comunque, l’oroscoparo s’è già parato il culo. Se si andasse a dire “dov’è il vantaggio?!” ti risponderebbe “Se tu che non hai saputo pazientare, mica ho detto quando. Stai nella transizione! Te l’avevo detto io!”

Ma com’è, come non è, sta transizione sta da anni a passare per il mio .. Puli puli puli pu fa il tacchino 
qua qua qua quà l’ochetta 
ci ci ci ci fa il pulcino 
e di noi che cosa sarà

Young20Frankenstein


Rimpiango i tempi del “ho mal di testa”

Almeno, prima, bastava accusare una cefalea perchè una donna si potesse evitare i doveri “coniugali”.
Ora è più probabile che sia l’uomo a doversi nascondere il VOV sotto al letto per stare al passo della donna.

pajamasMa tutto ha le sue evoluzioni.
Perchè sforzarsi di inventare scuse di finti mal di testa, sforzando tutti i muscoli della faccia per fare smorfie più o meno credibili? Basta mettersi uno di quei pigiamoni doppi, di flanella, più pesanti di una tuta per le esplorazioni spaziali della NASA ai tempi del primo allunaggio; senza una parola, senza una smorfia, risultato garantito.

Quell’orso di 140Caratteracci ci fa una disamina di questo fenomeno flanellato, e vuole anche controllare se per gli altri sia così, indicendo un contest dal nome #pigiamonediflanellaantisesso nel quale si invitano le utenze twitter a mandare le proprie foto in pigiama.
Per sapere cosa si vinca, rivolgetevi direttamente a lui.

Per quel che mi riguarda, tolti i tutoni palombareschi, azzardo che il “night dressing” casalingo ha un fascino tutto suo, anche provocatorio. Volendo.
Tutte son brave ad essere fighe mettendosi il vestitino super wow con la lingerie di pizzo vedo-non-vedo-ma-te-faccio-annusà.
Ma solo quelle belle veramente (e ci butto anche quelle per le quali vale il detto “la bellezza è negli occhi di chi guarda”) riescono a diventare forse anche più seducenti con indumenti casalinghi e mutandine di cotone color pastello con impressa sopra una bestiolina stilizzata tipo cartone animato.
E li, miei cari, il VOV di certo non vi servirà.

Parola di Steek.


Sant Ambroeus l’è patron de la cittaa de Milan – 7 Dicember

Sant Ambroeus insema a san Carlo Borromeo e San Galdin l’è patron de la cittaa de Milan

Milan, indoe la se trova ona basilica dedicada a Sant Ambroeus, che l’è stada cattedral prima de la costruzion del Dòmm

Quand in del 374 el vescov Aussenzi l’è mòrt, l’Ambroeus l’è staa proclamaa sò successor, anca se l’era nanca batezaa

La Basilica de Sant’Ambroeus l’è vüna d’le cèse de Milan. L’è cunsiderada le secunda cèsa de Milàn, dòpu el Dòmm

Denàns a la basilica, tüte le prime smàne de dicèmber gh’è la Fèra d’i Oh Bej! Oh Bej!, mercatìn caraterìstic dl’Artigianàd e Antiquariàd.

La fera di #OhBej! #OhBej! l’è el mercatin caratterìstich del prenzipi del mes de dicember a Milan

La comenza el 7 dicember, dì de la fèsta de Sant’Ambroeus, patron de la cittaa, e la seguta fin a la domenega dopo.

Quand che gh’è la fera di Oh bej! Oh bej!, gh’è semper di problemm per via de la gran quantitaa de gent che ghe và per comprà e per vend di robb, e gh’è semper on fora-fora che rovina on poo la festa. Per gionta, l’è minga facil tegnì foeura quej che gh’hann minga la licenza, e del spess gh’è di lit per trovà on sit per mett i banchett, e i ghisa gh’hann el sò de fà per mett on poo d’ordin. Nel 2006 el sit de la fera è staa spostaa perché in piazza Sant’Ambroeus gh’è di lavorà, e i banchett hinn staa miss intorna al Castell Sforzesch.

santambrogio

(Un po’ di cultura milanese nel giorno del suo santo patrono.
Avrei voluto farlo di mio pugno, ma purtroppo il mio idioma milanese non è così ferrato, quindi ringrazio e segnalo il wikipedia in lingua milanese in cui v’è scritto nell’idioma corretto ciò che io avrei scritto in maniera errata)


Lettera Aperta a Manifestanti e Manifestazioni.

Cari Manifestanti,
Care Manifestazioni,

mi trovo oggi, qui, a scrivervi questa lettera che mi sale dal profondo del cuore dopo aver visto gli scontri occorsi, nuovamente, ieri a Roma, durante la manifestazione degli attivisti dei “movimenti per la casa” che si sono (ma che strano) scontrati con le forze dell’ordine.

Poco più di 10 giorni fa, il 19/10, un’altra manifestazione e altri scontri… sempre a Roma.

..manco ci si ricorda più il perchè si manifestava il 19, ci si ricorda solo che si sono di nuovo menati.
Ovviamente poi c’è anche la foto simbolo, perchè, può mancare? Eh no!

Comunque, anche allora je hanno menato.
Ancora.

Che poi, dicono, “poverini sti manifestanti, prendono botte. Polizia cattiva”.
“MA DE CHE”, rispondo io.

Ora, IO LO SO CHE CHI SCENDE IN STRADA E’ GENTE PACIFICA, CON INTENZIONI PACIFICHE; GENTE CHE VUOLE MANIFESTARE LE PROPRIE IDEE, GENTE CHE HA IL DIRITTO COSTITUZIONALE (sempre che ancora valga qualcosa, sto diritto) DI MANIFESTARE PUBBLICAMENTE LE PROPRIE IDEE, GENTE CHE HA IL SACROSANTO DIRITTO DI FARE SENTIRE LA PROPRIA VOCE, IL PROPRIO DISSENSO E IL PROPRIO FASTIDIO.

Tutto questo nasce sempre con una idea pacifica EPPURE OGNI FOTTUTISSIMA VOLTA PARTONO SCONTRI, PER GENTE CHE VA LI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER CERCARE LA RISSA.
Dicono che sono infiltrati, ma possibile che lo siano tutte le volte?
BLACKBLOCKS, CENTRI SOCIALI, FACINOROSI, CHE SI INSINUANO E SCATENANO ONDATE DI VIOLENZA E DEVASTAZIONE COPERTI DA MASCHERE E ARMATI DI BASTONI E PIETRE (quando va bene).

Ogni
Fottuta
Volta.

Allora mi domando e dico, cari Manifestanti e Manifestazioni, com’è possibile che ogni volta questo venga permesso?
No, non vi do la colpa, non dico che li appoggiate; dico solo che si infiltrano e fanno casino DISTRUGGENDO NON SOLO OGNI INTENTO PACIFICO, OLTRE AL SENSO DELLA MANIFESTAZIONE CHE TANTO POI NESSUNO SI RICORDERÀ PIÙ.

Non si potrebbero organizzare altre forme di manifestazione che non permettano l’attecchire e l’infiltrarsi di queste emerite teste di portone (per non dire “di cazzo”) all’interno delle vostre giuste fila?
Quali siano queste altre forme non saprei dirlo al momento ma si possono trovare idee.

L’importante è che si torni a capire per cosa si manifesti, che si possa ottenere un risultato concreto, E NON CHE SI DEBBA AVER PAURA DI DISTRUZIONE E DEVASTAZIONE ogni volta che si voglia affermare una propria idea.

Certo, qualcuno potrebbe dire “Ma in Francia nel 1789 ha funzionato”.
“E, sti cazzi” gli rispondo, “all’epoca era diverso, non troppo diverso, ma comunque era diverso. E poi allora, che se ne faccia UNA per BENE di Rivoluzione e basta. Non tutte le volte sto stillicidio”.
Però, mo, pure sta rivoluzione.. Non mi pare che in Egitto stia andando proprio bene.
Ma forse ce la dobbiamo studiare meglio.

Vabbè.. mo sto a divagà.

Comunque.
Pensateci.
Pensiamoci.
Me senza menarsi.

Poi, se son stato demagogico, e vabbè, tanto.. uno più uno meno.. però almeno ci provo pure io nel mio piccolo.

Distinti Saluti.

Steek.


Mi voglio tanto bene, non so perchè

Teoricamente questo potrebbe essere un titolo di un egomaniaco narcisista che ha in mente una passione sfrenata solo per se stesso.
E LO SO CHE VOI STATE PENSANDO CHE IO LO SIA.

Però non è così, o meglio.. non sono io. stautettah
Stiamo parlando di una opera d’arte.
Dove per “opera” si intende “manufatto” e per “arte” … boh.. suppongo qualcuno che va in giro “QUESTA E’ ARTE”.
Pure Diprè va in giro a dire “questa è arte” e je danno pure ragione.

Comunque, il titolo di questo post corrisponde a quello di una statuetta così descritta: “Piccolo autoritratto non somigliante all’autore. Opera interamente in creta fatta a mano. Pezzo unico nel suo genere.”  e potete ammirare qui di lato.

Ora, vista la posizione delle mani sulla faccia, pare più che dica “NON GUARDARE” non sapendo se si stia riferendo a se stessa o al nuovo outfit della Fashion Blogger di turno.. cosa per la quale comunque avrebbe anche ragione visto come si vestono sti catorci ambulanti della moda.

Ecco.. LA MODA.. Chi decide che quei 2 stracci trovati nel bidone giallo delle offerte per i poverelli e accozzati insieme siano un qualcosa da indossare?
E soprattutto.. PERCHÉ dovrebbe qualcuno copiarle?
Che da piccole mamma non vi ha dato attenzioni e allora vi vestivate come un omino dell’anas che aveva fatto l’amore con un minipimer frullando insieme tutto quello che trovavate?

**Dalla regia mi fanno cenno che stia divagando**

Dicevamo, l’autore è palese che abbia bisogno di affetto!
DOVE SONO GLI ORSETTI DEL CUORE QUANDO SERVONO?!

Qui non stiamo parlando di un Tonino Mutandari che rende il tuo sottoscala un GRANDE protagonista del 900 col suo sorpresismo, come direbbero su TeleProboscide.
Qui non abbiamo un Fragolari, o l’opera di Franco E Giorgio Staccolanana, anche se Franco con la nana non ce sta più. [Guzzanti te amo. NdS]

Qui abbiamo un Guerriero, de nome e de fatto, che sfida le leggi della fisica e dell’ammmore regalandoci un’opera unica.. nel senso che c’è rimasto un solo pezzo.. che non potete lasciarvi scappare per gridare al mondo LA VOSTRA INDIPENDENZA EMOTIVA.. Anche se non sapete perché…

Però, sto perchè che nun se sa.. sta a 500 Euri.
Pensa te se lo avesse a sapere..

Un saluto dal vostro Critico D’Arte preferito, e alla prossima puntata… SIGLA!


E se tu fossi Obama, attaccheresti la Syria? [SONDAGGIO]

E’ il tema del momento e bene o male sono tutti (o quasi) schierati.
Molti lo dicono, molti si nascondono.

Ma io sono curioso di sapere cosa ne pensi laggente del webbe.
Tranquilli che sarà tutto anonimo, ma chi vuole “mostrarsi” può benissimo lasciare un commento con il proprio approfondimento alla risposta.


Fidanzati Chiwawa: l’antitesi della “Donna Trofeo”

Sin dai tempi antichi, le donne sono sempre state viste come dei piccoli oggettini da mostrare nelle occasioni mondane.
Ce lo raccontano tutte quelle storie di cappa e spada in cui l’eroe doveva salvare la bella e giovane donna promessa al bruto signorotto ma che in realtà era innamorata del protagonista.
Ce lo insegnano i romanzi della letteratura storica che (per carità bellissimi anche se dopo un po’ stracciano i maroni) raccontano di questi amori negati e sofferenti perché lei andrà in moglie al ricco possidente, considerato un buon partito, ma dall’aspetto orripilante.

Oggi giorno non è troppo diverso, quando sui rotocalchi vediamo potenti uomini d’affari, accompagnati da bellissime donne, per lo più provenienti dal mondo del fashion e della moda.

Insomma, quello della “donna trofeo” è un concetto trito e ritrito che tutti conosciamo.

Quello che è meno noto è come le donne non siano solo vittime, ma possano anche essere carnefici, ribaltando la situazione al contrario.

No, miei cari lettori, non parlo dell’ “uomo zerbino”, concetto per altro assolutamente umiliante e degradante per il genere maschile, ma al quale tutti gli uomini, presto o tardi si assoggettano almeno una volta nella vita.

NO!
Io parlo di “FIDANZATI CHIWAWA“, ovvero l’uomo che la donna vorrebbe sempre portare in borsetta, proprio come l’animale da compagnia tanto caro a Paris Hilton.
INTENDIAMOCI, non si sta parlando di altezza fisica, ma di una bassezza morale della donna che pretende questo da un uomo.

Infatti, colei che desidera un Fidanzato Chiwawa solitamente è una di quelle donne vanesie, assoggettate al fashion, che ti camminano col tacco 12 anche per andare al bagno per la prima pipì del mattino.
Che frequentano la città-bene, i posti giusti, che hanno gli amici fichi e boni..
Donne abituate ad avere tutto quello che vogliono solo sbattendo le ciglia e facendo sguardi languidi.
Donne che basta che facciano una smorfia di tristezza per ricevere un dono (e qui l’uomo viene buggerato perchè rincoglionito e non capisce la tattica femminea).

Il problema è che tali donne si convincono di stufarsi di esser poi servite e riverite e cercano la compagnia di qualcuno che tenga loro testa, che ce le mandi quando chiedono qualcosa, se non che irritarsi quando le tattiche non funzionano e si sentono sbattere in faccia un NO più grande di 1/3 delle loro collezioni di scarpe.

È qui che ritorna allora la voglia e la necessità psicofisica di avere un piccolo uomo-chiwawa che dica di si a tutto quello che viene chiesto,  che non si neghi mai, che sia disposto a mollare tutto e tutti pur di correre da lei.
Un uomo che vorrebbero tanto tenere nella borsetta se potessero.

Perché queste donne, un Uomo, non lo sanno sostenere. 


1 unico consiglio VERO e pratico per avere successo su Twitter.

1. Più sei cesso/a e con un disagio umano nella vita vera per il quale Forrest Gump in confronto sembra Danny Zucco, più avrai un sicuro ed imperituro successo sul twitter. 

persone-brutte-11


5 “consigli” estivi per confermare di avere una vita triste, sul Twitter.

Essendo a fine agosto ci sono molti segnali che decretano la fine del periodo estivo per la maggior parte delle persone.
Dall’estenuante risuonare dei Righeira e del loro odioso sassofono in “L’estate sta finendo”, al semplice fatto di esser rientrati nelle proprie case delle proprie città, o ancora peggio per chi ha già ripreso a lavorare.

Ora, escludendo chi non sia riuscito ad andarci in ferie per colpa della crisi (e ai quali farei una prece ed un minuto di silenzio………) e che per sopravvivenza hanno usato il Twitter come compagnia visto che tutti gli altri erano al mare a giocare a racchettoni, il Team di ricercatori della Steek Enterprieses ha analizzato e studiato la fenomenologia del Twitter Estivo.
(Io no, essendo in ferie e facendomi palesemente i cazzacci miei senza telefono, se non quando fossi in bagno).

1. Postare ossessivamente cose dalla spiaggia -
Ma cristo benedetto, sei al mare! Fatti un bagno, parla, gioca, cammina.. cosa cazzo posti compulsivamente!
A dimostrare proprio che anche al mare non hai amici!

2. Postare foto di se dalla battigia o sul lettino -
Devi forse provare al mondo che tu stai bene e sei riuscito/a ad andare in ferie?
Non usiamo le scuse del “panorama”, perchè il panorama esiste senza mettersi in mezzo.

3. Postare cose di “sicuro successo” o a scopo lavorativo riguardante i social media e non solo -
Seriamente, dagli appassionati ai professionisti dei Social Media, chi dovrebbe o potrebbe leggere cose inerenti al lavoro nella settimana (e persino nel giorno) di Ferragosto?
Ok, che nel mondo Ferragosto non esiste e che il resto del mondo “lavora e produce”, ma A. Sti Cazzi, B. Lo fate anche il giorno di Natale.

4. Postare delle vostre cene e sbronze estive.. MENTRE stanno accadendo -
Teoricamente se siete riusciti a trovare qualcuno che vi stani e vi stia portando fuori a mangiare o bere, e tanto più che la serata è buona e riuscite anche a prendervi una ciuca, com’è che passate il tempo a farne la cronistoria con i vostri amichetti digitali invece di godervela live?

5. Postare #FF (Follow Friday).
Se riesci a ricordarti che è venerdì, vuol dire che le tue vacanze non sono divertenti o non ti stanno coinvolgendo come dovresti.
In vacanza è noto che si perda la cognizione del tempo.
Anche solo rilassandosi.

Suppongo che questa lista potrebbe continuare con altre numerosi voci.. ma penso che se ne mettessi più di 5 qualcuno potrebbe realizzare qualcosa di spiacevole e fare gesti inconsulti di cui io non voglio avere nessuna responsabilità.

Nel caso aggiungete voi, nei commenti tutto ciò che vi sembra consono.

cellulare-spiaggia


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.230 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: