Pubblico Ludibrio: because you deserve it. (e non chiamatelo Cyberbullismo)

LAGGENTE NON CE LA FA PIÙ

Questa frase continuo a ripetermela da giorni.

Non parlo di “stress” da vita di ogni giorno o da esaurimenti che portano a comportamenti strani.

Qui parlo veramente di gente che sta messa male.
Ma male del tipo “Ci fa o ci è?…. no, cristo santo, ci è proprio.. e ci è male!”.
Ma quel male del tipo “Non stai facendo sul serio, no, dai.. cioè, veramente stai dicendo certe cose? Sei serio? Ma te li meriti due scoppoloni verbali ed il pubblico ludibrio!”

Posso capire l’ingenuità, che può essere anche tenera, ma ci sono alcuni che rasentano l’autismo!
Anzi no, Rain Man in confronto è un fottuto genio al pari di Stephen Hawking, rispetto alla gente che si indigna per delle cose che possono essere tanto uno scherzo, quanto cose reali ma incontrollabili se non da Madre Natura stessa.

Cercando di evitare il cripticismo (e sperando di avervi rapiti come un incantatore di serpenti, o quanto meno come un incidente sulla corsia opposta, di quelli che vi rallentare per sbirciare causando ulteriori code), agevolo la prima diapositiva.

NON CE LA FANNO copia

Spero vi siate fatti una sonora risata, non tanto per le notizia comica e farlocca, quanto per i commenti a lato, dove dei FROLLOCCONI (per essere educato e gentile) sono arrivati a credere che fosse una notizia vera.

Ora, a questi, cosa si può fare se non prenderli bonariamente per il culo?
Ma non perchè si sia cattivi.. Ti stanno praticamente implorando di farlo.
Si mettono addosso un cartello con su scritto “SONO UN IDIOTA, DEVI TROLLARMI”.

Ok, creanza vorrebbe che magari si potrebbe tacere e passare avanti, e lasciar perdere.
Non tanto per rispetto, ma per sconforto, perchè come recita un vecchio adagio “a lavar la testa ad un asino si perde solo acqua e sapone”.
Ma sopratutto perchè, a parlare con un idiota si corre il rischio di mettersi sul suo stesso piano.

Qualcuno però potrebbe asserire che questi siano casi isolati, che non tutti siano così, che la gente sia più normale di quanto si possa credere, anche se personalmente continuo a dubitarne.
PROVA NE SIA che è uscita recentemente “la notizia che sta sconvolgendo il mondo”
OOOH.. AHHH… STUPOREEE..
(si, fateli anche voi i versi, così per essere partecipi)

LEONI MARINI CHE STUPRANO PINGUINI 

Sicuramente, avendovi messo il video qui, ed essendo voi degli incommensurabili PIGRI, con sta ceppa che avete aperto il link sopra, vero?!
Ecco.. allora lo ripongo QUI e vi chiedo di aprirlo e andare a leggere i commenti.

Son quanto di più esilarante abbia visto sull’internet, ed il bello è che sono AUTENTICI.
Per questo son più comici, sconfortanti, avvilenti ma sbellicanti.
Indipendentemente che la notizia ed il video siano un FAKE (non lo so, tendo a fidarmi poco delle cose che girano sull’internete, e O me lo dice Piero Angela e gli credo ciecamente, O ho dei margini di dubbio), gente che si mette a far commenti del tenore di “SIAMO NOI UOMONI CHE ABBIAMO ROVINATO GLI ANIMALI CON I NOSTRI ATTEGGIAMENTI”, ribadisco, che se la cercano la presa per il culo pubblica.

Ora, prima di accusarmi di istigare al CyberBullismo, visto oltretutto che ovunque si fanno campagne contro questa pratica, (che a mio avviso, è come chiedere ad un politico di essere moralmente onesto con noi e di non farci promesse che non potrebbe mai mantenere), vorrei che fermaste un attimo e ritornaste a leggere i commenti che vi ho segnalato.
Poi tornate qui, andate nei commenti, e ditemi se anche a voi non verrebbe voglia di prendere queste persone per la spalle, scuoterle come si farebbe con un piumino gridando “CHE CAZZO STAI DICENDO! TORNA IN TE, SANTIDDIO! NON PUOI ESSERE SERIO!”, come nel video qui sotto.

Perchè possiamo anche riderci sopra, ma veramente… laggente non ce la fa più.


Quaquaraquà

« Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà… Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, ché mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini… E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi…E ancora più giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito… E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre… Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo… »
Don Mariano Arena al capitano Bellodi - Il Giorno della Civetta (Leonardo Sciascia)


Solito Titolo Accattivante. Non Puo’ Essere Altrimenti.

Testo di spiegazione di una immagine che potrete vedere qui sotto che contiene già un chiaro testo esplicativo, tanto per fare volume e far vedere che qualcosa comunque viene fatto.
Una spiegazione superflua, perché il testo è già chiaro.
Come spiegare una barzelletta che deve ancora essere raccontata.
Altre cose, tanto per fare volume.
Ancora una cosa, magari un parere personale superfluo.
Ok, finito, ecco l’immagine che tanto era già chiara a prescindere e non c’era bisogno di tutte queste parole.
Però….

InfoSteek


Sticazzi -Il Romanzo-

“In un mondo devastato dall’invasione del selvaggio Dio Troll, la storia di un uomo che si erge sopra gli altri con il solo scopo di farlo regnare incontrastato. 
Passione.
Amore. 
2 botte qui e la. 
Ma sopratutto. STICAZZI.

Questo è STICAZZI – IL ROMANZO-.
Opera monumentale che in confronto Il Signore degli Anelli vi sembrerà una raccolta di freddure che non fanno ridere, che Orgoglio e Pregiudizio è un libretto di istruzioni dell’Ikea,
che Il Dottor Zivago è un accattone che chiede soldi alla stazione.

Vi appassionerà, vi rapirà, vi frupperà.

E lo potete avere ORA e GRATIS, in un pratico Ebook da scaricare e mettere nei vostri Kindle o iPad o dove altro vi piace leggere.

In quest’epoca in cui gli ebook spuntano più dei funghi dopo un temporale, non potete perdervi STICAZZI -IL ROMANZO-.

Sticazzi – Il Romanzo

(per scaricare cliccare col pulsante destro e selezionare “Salva link come..”)


5 consigli per… scappare dopo il coito.

Spesso vediamo comparire sull’internet post su come avere successo su questo o quel Social Network, scritti da presunti (o sedicenti) guru del web sempre più somiglianti ad alunni della Sacra Scuola di Himbonimento Mastrota (l’H da quel tocco di chic ed orientale che.. eh).
Dall’altro lato troviamo accampati cuochi, che si definiscono chefsss, che ispirano meno fiducia di un topo sudicio che dice di saper cucinare seduto sulla testa di uno smunto tizio in quel di Parigi, i quali fanno video stucchevoli per dire come cucinare cupcakes, come se fosse la formula alchemica per trasformare la cera in oro zecchino.

E se il Nostrano Rocco è in Tv a dire alle coppie come rimpolpare la propria vita sessuale, CHI prenderà in mano il DURO compito di aiutare i single e gli amanti a trovare un modo per salvaguardarsi.
CHI ALZERÀ LA BANDIERA dell’orgoglio del “Si, ti chiamo io” suggerendo come riuscire a defilarsi nella maniera più elegante.

No.. sul serio.. CHI?
Qualche volontario?
Dai.. Forza.. non fate i timidi..
(dio quanto vi odio quando fate così.. )

Ok, ci provo io.. però poi non date la colpa a me, ok?
Piuttosto lasciate qualche consiglio sensato nei commenti..

  1. (classico) “Domani mi devo alzare presto, prestissimo, all’alba, anzi dovevo essere già in piedi 20 minuti fa“.
    Teoricamente dovrebbe essere inattaccabile, ma bisogna essere convinti mentre lo si dice, perchè solitamente non credono a prescindere a qualunque cosa uscirà dalla vostra bocca.
    ★★★★☆
  2. (cinematografico) “Devo andare, il mondo sta aspettando che io lo salvi e solo io so come fare
    Ovviamente non vi crederà mai e, o la prenderà sul ridere vi si avvinghierà addosso e sarete fottuti peggio del tipico cattivo da film di serie b a cui esplode la macchina nella maniera più idiota nel mondo, O vi sfancula e siete salvi.
    ★★☆☆☆
  3. (musicale) “Mi dispiace devo andareee.. Il mio posto è laaaa.. il mio amoreee si potrebbeee svegliare.. chi la scalderààà“.
    Questo vi viene bene se avete veramente una relazione in piedi o se il vostro falsetto è convincente; potrebbe in qualunque caso mandarvi a quel paese, sopratutto se non avete detto prima di avere una relazione o per l’acuto che assorda e rompe i vetri.
    Attenzione: potrebbero comparire magicamente i legali dei Pooh a chiedere soldi per i diritti della canzone.
    ★★★☆☆
  4. (sincero) “Senti, non te la prendere ma io non mi fermo mai a dormire nel letto altrui. Porterebbe a troppe complicazioni che non cerco.”
    Questo solitamente termina con un “vaffanculo” (a seconda del sesso della persona che sta cercando di defilarsi, anche se ultimamente la cosa sta diventando alquanto unisex) e porta a discussioni lunghe e noiose che si volevano evitare.
    Ma è sempre questo il problema con la sincerità: o la si usa per pararsi il culo, o ti si ritorce contro e sei comunque lo stronzo/a.
    Anche se volevi fare la cosa giusta.
    ★★★★☆
  5. (premeditato) Non ci sono frasi di circostanza qui, la cosa importante è la location: un posto nel quale non ci si possa soffermare più di un certo tempo per evitare di essere beccati.
    Quelli da sveltina insomma.
    E non passate nemmeno per stronzi, perchè uno dei due avrà sempre più vergogna dell’altro e magari sarà quello che vi toglierà le castagne dal fuoco premendo per defilarsi.
    Controindicazioni: potrebbe sopraggiungere la frase “andiamo a casa mia” e li, si ritorna al punto 1.
    ★★★★☆

Come vedete ALMENO 5 modi per fuggire ci sono, uomini e donne che voi siate; perchè non è solo una prerogativa maschile.
Anche le donne spesso sono nella stessa situazione, con la solita differenza che loro sono più fredde e non trovano molte scuse.
Vanno e basta.

Comunque, nel caso abbiate altri consigli che ritenete validi, lasciateli nei commenti.
Si sa mai che si raccolga materiale per un altro post.

Eh, Oh, fatemi anche sapere se avete applicato qualcuno di questi punti e come sia andata.

leaving-after-sex


La vera “Passione” per la Letteratura

Premessa 1.
C’è di mezzo un vibratore
Fine premessa1.

Premessa 2.
Questa è una delle cose più eccezionali, intelligenti, sensuali, culturali ed erotiche che abbia visto da tanto tempo.
Fine Premessa 2.

Il progetto Hysterical Literature nasce nel 2012 ad opera del fotografo ed artista newyorkese Clayton Cubitt, con l’intento di (e lo cito che è meglio) “esplorare la femminilità, nel dualismo mente/corpo, la distraction portraiture* e nel rapporto tra cultura e sessualità (ed è anche divertente da guardare)

*Non sapendo come tradurre “distraction portraiture” ho fatto una ricerca, e pare che sia proprio un modo di fotografare persone che sono o fingono di essere distratte, rispetto all’obiettivo della macchina fotografica.
Cosa che scopro adesso, e che ho praticato per anni. (minghia quanto sono artistico senza saperlo)

Il modo in cui Cubitt fa quanto espresso sopra, consiste nel far leggere a delle modelle dei passi di libri di scrittori americani, mentre sono “distratte” da un vibratore che aumenta di intensità man mano durante la lettura.
Ovviamente loro devono cercare di mantenere la più pacata compostezza, fino al momento in cui..

Non c’è nulla di volgare in tutto questo.
Anzi, non ho mai visto così tanta delicatezza ed eleganza.
Si vede la cosa più bella di una donna, nel suo momento più puro.
Mentale e fisico.

Ci sono più sessioni, più video di modelle, il primo resta il più dolce.

Il terzo è il più innocente


Steek e l’analisi dell’oroscopo del mannaggiaaccristo

Quest’anno, già battezzato come “Nuovo anno, Solita merda”, mi ero riproposto di non leggere e/o sapere le profezione che mi riguardassero basandomi sull’oroscopo.
Ad oggi son riuscito ad evitare quello di Pablito Fox, cosa che (pare strano a vedere gli altri) ma non è affatto difficile.
Ripeto: c’è vita senza Paolo Fox.
Ma che fare quando trovi CASUALMENTE sul tavolo, un noto insierto, aperto sulla pagina dell’oroscopo dell’anno, e sempre CASUALMENTE sul tuo segno?
Niente, che devi fare, lasci libero il tuo IO che si farebbe leggere le carte dalla truffatrice di Brera ma che ha comunque la dignità di non farlo e dopo esserti guardato intorno, controllando che non vi sia nessuno, ti leggi l’oroscopo.
Suppongo che proverei meno vergogna nel farmi una pera.

Comunque.
Analizziamolo insieme:

L’atmosfera è serena sia negli affetti che nel lavoro. E già qui, partiamo con il toccarci le balle.
Avete tutte le carte in regola per poter realizzare un progetto impegnativo, come un matrimonio, un divorzio, un lavoro più assorbente e meglio remunerato. Ma quando parla di “carte in regola” intende dall’avvocato?
L’estate, in particolare il periodo agosto-settembre, sarà ricco di momenti divertenti e piacevoli, da non sottovalutare ma neanche da esaltare troppo: un bel viaggio, un soggiorno di lusso, una compagnia divertente vanno vissuti come un grazioso dono del destino senza investirvi troppa energia. In pratica sta dicendo che in estate ci saranno degli allegri intercorsi sessuali con qualcuna che ci piacerà pure ma che alla fine ci si dovrà dire addio (pigliandosela anche inder büs, altrimenti non avrebbe avvertito di non investirvi energie). Praticamente la trama di Rimini Rimini. Uguale.
È un anno di transizione verso futuri e più ambiziosi progetti. Ovvero: c’è ancora un sacco di stallatico da mangiare prima che qualcosa cambi. e quando dice “futuri” mica intende che sarà il 2015, quindi solo 12 mesi. Futuri, anche tra 20/30 anni. Questo è solo un anno di transizione, ai quali se ne aggiungeranno altri.
Nell’amore si annunciano belle novità che però sembreranno scomparire all’improvviso. Vabbè, ma allora sei stronzo forte! Già l’hai detto che in estate arriverà l’inculata sentimentale, proprio a girare il coltello nella piaga!
Il destino vi suggerisce un ripensamento: accettate un rinvio che, se saprete pazientare, andrà a vostro vantaggio. Si ma in che campo? Lavoro? Devo pensare all’ufficio di collocamento? Sentimentale? Si va avanti a cambiali qui. Giuridico? Un rinvio a giudizio? Chiamo la Cancellieri. E comunque, l’oroscoparo s’è già parato il culo. Se si andasse a dire “dov’è il vantaggio?!” ti risponderebbe “Se tu che non hai saputo pazientare, mica ho detto quando. Stai nella transizione! Te l’avevo detto io!”

Ma com’è, come non è, sta transizione sta da anni a passare per il mio .. Puli puli puli pu fa il tacchino 
qua qua qua quà l’ochetta 
ci ci ci ci fa il pulcino 
e di noi che cosa sarà

Young20Frankenstein


Rimpiango i tempi del “ho mal di testa”

Almeno, prima, bastava accusare una cefalea perchè una donna si potesse evitare i doveri “coniugali”.
Ora è più probabile che sia l’uomo a doversi nascondere il VOV sotto al letto per stare al passo della donna.

pajamasMa tutto ha le sue evoluzioni.
Perchè sforzarsi di inventare scuse di finti mal di testa, sforzando tutti i muscoli della faccia per fare smorfie più o meno credibili? Basta mettersi uno di quei pigiamoni doppi, di flanella, più pesanti di una tuta per le esplorazioni spaziali della NASA ai tempi del primo allunaggio; senza una parola, senza una smorfia, risultato garantito.

Quell’orso di 140Caratteracci ci fa una disamina di questo fenomeno flanellato, e vuole anche controllare se per gli altri sia così, indicendo un contest dal nome #pigiamonediflanellaantisesso nel quale si invitano le utenze twitter a mandare le proprie foto in pigiama.
Per sapere cosa si vinca, rivolgetevi direttamente a lui.

Per quel che mi riguarda, tolti i tutoni palombareschi, azzardo che il “night dressing” casalingo ha un fascino tutto suo, anche provocatorio. Volendo.
Tutte son brave ad essere fighe mettendosi il vestitino super wow con la lingerie di pizzo vedo-non-vedo-ma-te-faccio-annusà.
Ma solo quelle belle veramente (e ci butto anche quelle per le quali vale il detto “la bellezza è negli occhi di chi guarda”) riescono a diventare forse anche più seducenti con indumenti casalinghi e mutandine di cotone color pastello con impressa sopra una bestiolina stilizzata tipo cartone animato.
E li, miei cari, il VOV di certo non vi servirà.

Parola di Steek.


Sant Ambroeus l’è patron de la cittaa de Milan – 7 Dicember

Sant Ambroeus insema a san Carlo Borromeo e San Galdin l’è patron de la cittaa de Milan

Milan, indoe la se trova ona basilica dedicada a Sant Ambroeus, che l’è stada cattedral prima de la costruzion del Dòmm

Quand in del 374 el vescov Aussenzi l’è mòrt, l’Ambroeus l’è staa proclamaa sò successor, anca se l’era nanca batezaa

La Basilica de Sant’Ambroeus l’è vüna d’le cèse de Milan. L’è cunsiderada le secunda cèsa de Milàn, dòpu el Dòmm

Denàns a la basilica, tüte le prime smàne de dicèmber gh’è la Fèra d’i Oh Bej! Oh Bej!, mercatìn caraterìstic dl’Artigianàd e Antiquariàd.

La fera di #OhBej! #OhBej! l’è el mercatin caratterìstich del prenzipi del mes de dicember a Milan

La comenza el 7 dicember, dì de la fèsta de Sant’Ambroeus, patron de la cittaa, e la seguta fin a la domenega dopo.

Quand che gh’è la fera di Oh bej! Oh bej!, gh’è semper di problemm per via de la gran quantitaa de gent che ghe và per comprà e per vend di robb, e gh’è semper on fora-fora che rovina on poo la festa. Per gionta, l’è minga facil tegnì foeura quej che gh’hann minga la licenza, e del spess gh’è di lit per trovà on sit per mett i banchett, e i ghisa gh’hann el sò de fà per mett on poo d’ordin. Nel 2006 el sit de la fera è staa spostaa perché in piazza Sant’Ambroeus gh’è di lavorà, e i banchett hinn staa miss intorna al Castell Sforzesch.

santambrogio

(Un po’ di cultura milanese nel giorno del suo santo patrono.
Avrei voluto farlo di mio pugno, ma purtroppo il mio idioma milanese non è così ferrato, quindi ringrazio e segnalo il wikipedia in lingua milanese in cui v’è scritto nell’idioma corretto ciò che io avrei scritto in maniera errata)


Lettera Aperta a Manifestanti e Manifestazioni.

Cari Manifestanti,
Care Manifestazioni,

mi trovo oggi, qui, a scrivervi questa lettera che mi sale dal profondo del cuore dopo aver visto gli scontri occorsi, nuovamente, ieri a Roma, durante la manifestazione degli attivisti dei “movimenti per la casa” che si sono (ma che strano) scontrati con le forze dell’ordine.

Poco più di 10 giorni fa, il 19/10, un’altra manifestazione e altri scontri… sempre a Roma.

..manco ci si ricorda più il perchè si manifestava il 19, ci si ricorda solo che si sono di nuovo menati.
Ovviamente poi c’è anche la foto simbolo, perchè, può mancare? Eh no!

Comunque, anche allora je hanno menato.
Ancora.

Che poi, dicono, “poverini sti manifestanti, prendono botte. Polizia cattiva”.
“MA DE CHE”, rispondo io.

Ora, IO LO SO CHE CHI SCENDE IN STRADA E’ GENTE PACIFICA, CON INTENZIONI PACIFICHE; GENTE CHE VUOLE MANIFESTARE LE PROPRIE IDEE, GENTE CHE HA IL DIRITTO COSTITUZIONALE (sempre che ancora valga qualcosa, sto diritto) DI MANIFESTARE PUBBLICAMENTE LE PROPRIE IDEE, GENTE CHE HA IL SACROSANTO DIRITTO DI FARE SENTIRE LA PROPRIA VOCE, IL PROPRIO DISSENSO E IL PROPRIO FASTIDIO.

Tutto questo nasce sempre con una idea pacifica EPPURE OGNI FOTTUTISSIMA VOLTA PARTONO SCONTRI, PER GENTE CHE VA LI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER CERCARE LA RISSA.
Dicono che sono infiltrati, ma possibile che lo siano tutte le volte?
BLACKBLOCKS, CENTRI SOCIALI, FACINOROSI, CHE SI INSINUANO E SCATENANO ONDATE DI VIOLENZA E DEVASTAZIONE COPERTI DA MASCHERE E ARMATI DI BASTONI E PIETRE (quando va bene).

Ogni
Fottuta
Volta.

Allora mi domando e dico, cari Manifestanti e Manifestazioni, com’è possibile che ogni volta questo venga permesso?
No, non vi do la colpa, non dico che li appoggiate; dico solo che si infiltrano e fanno casino DISTRUGGENDO NON SOLO OGNI INTENTO PACIFICO, OLTRE AL SENSO DELLA MANIFESTAZIONE CHE TANTO POI NESSUNO SI RICORDERÀ PIÙ.

Non si potrebbero organizzare altre forme di manifestazione che non permettano l’attecchire e l’infiltrarsi di queste emerite teste di portone (per non dire “di cazzo”) all’interno delle vostre giuste fila?
Quali siano queste altre forme non saprei dirlo al momento ma si possono trovare idee.

L’importante è che si torni a capire per cosa si manifesti, che si possa ottenere un risultato concreto, E NON CHE SI DEBBA AVER PAURA DI DISTRUZIONE E DEVASTAZIONE ogni volta che si voglia affermare una propria idea.

Certo, qualcuno potrebbe dire “Ma in Francia nel 1789 ha funzionato”.
“E, sti cazzi” gli rispondo, “all’epoca era diverso, non troppo diverso, ma comunque era diverso. E poi allora, che se ne faccia UNA per BENE di Rivoluzione e basta. Non tutte le volte sto stillicidio”.
Però, mo, pure sta rivoluzione.. Non mi pare che in Egitto stia andando proprio bene.
Ma forse ce la dobbiamo studiare meglio.

Vabbè.. mo sto a divagà.

Comunque.
Pensateci.
Pensiamoci.
Me senza menarsi.

Poi, se son stato demagogico, e vabbè, tanto.. uno più uno meno.. però almeno ci provo pure io nel mio piccolo.

Distinti Saluti.

Steek.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.803 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: